domenica 4 ottobre 2015

SAN PANTALEO e IL MERCATO DEL GIOVEDì



Un corallino della costa Smeralda.
Siamo arrivati di buon ora, su consiglio di una ragazza conosciuta in spiaggia e devo dire cosa molto astuta visto il movimento che si crea qui attorno per l’evento.



L’ambientazione è già di per se molto carina, tutto molto curato e con un tocco vintage, come piace a me.


Le bancarelle  molto sfiziose, tanti gli articoli  "handmade", qualche bancarella di prodotti tipici alimentari profumatissimi, dal miele al pecorino. Qualche bancarella di brocantage, poco ma veramente poco di usuale e banale.

Piacevole passeggiare per questo mercatino e per le vie del paese che sono ricche di piccoli negozietti di arte o che comunque con molta arte allestiscono la loro merce.



Tanti sono anche i locali che colorano con il loro ricercato e simpatico arredamento il paese.



Tornare la sera a San Pantaleo è stato è stato sorprendente.




Nella Piazza principale, al Bar Nina ho bevuto cocktail buonissimi. Uno dei più buoni che abbia assaggiato è "nut and mint“. Un mix di sapori incredibilmente e sapientemente mixati tra loro per un risultato di morbida dolcezza: liquore alla nocciola, crema di cacao bianca, lime, rosmarino, zucchero di canna e ginger ale.


Chiamarlo bar è riduttivo, un ambientazione semplice ma al contempo curata, una ricca selezioni di vini, liquori e tè. Nelle sere più fresche, sulle sedie all'aperto, a disposizione dei clienti delle calde copertine di pile.



Sempre nella piazza della chiesa, un negozio d’arte molto particolare dove il riciclo prende forma, anzi piede…




Con l’arte negli occhi e la fede nel cuore questo artista, ha avuto la grazia di poter trovare un “Cristo naturale” di grande impatto e suggestione, che ad oggi si trova ancora esposto nel suo negozio. Fortunato chi potrà permettersi di comprarlo, quest’opera parla da se, riempie gli occhi e il cuore.




Nessun commento:

Posta un commento