giovedì 13 agosto 2015

EX CAVA DI BAUXITE, OTRANTO


Altro posto che mi è entrato nel cuore, molto scenografico e attraente per i suoi colori vivaci.




Marcato esempio di rinaturalizzazione, la  ex cava di Bauxite è uno dei luoghi che consiglio sempre se di passaggio a Otranto.
Si trova nelle vicinanze del faro di Punta Palascia e del Monte Sant'Angelo.
Questo giacimento ha visto il suo inizio negli anni '40 per l' estrazione della bauxite di cui è molto ricco il terreno. 
Per trentasei anni, questo luogo fu impiegato per estrarre questo minerale che veniva utilizzato poi, per la produzione di alluminio.
Oggi l' area è ormai dismessa, e la miniera a cielo aperto si è trasformata nel tempo in uno splendido laghetto dal colore verde smeraldo che in contrasto con le rosse pareti rocciose rende il panorama a dir poco estroso.






Le acque che si sono raccolte al suo interno, provenienti molto probabilmente dalle vicine falde, hanno dato vita a un nuovo ecosistema. 
Lo stagno, profondo circa 25 mt, non ha acque balneabili.



Si presenta contornato da molti giunchi e canne acquatiche ed è popolato da moltissime rane che insieme alle cicale sono certa che vi terranno compagnia.


Per il suo colore, molto intenso, la terra adiacente la cava, viene spesso utilizzata per produrre colori da utilizzare nell'artigianato locale.




Di grande impatto, vedere per credere!

LaGiuly SMILE

Nessun commento:

Posta un commento