lunedì 3 agosto 2015

Prepararsi alla partenza



Prima di partire da sola, c'è sempre un mix di emozioni nell'aria.
Di aspettative non me ne faccio più, sono sempre antipatiche le aspettative, soprattutto quando rimangono disattese, preferisco vivere l'avventura e basta!
Ho un piccolo rituale che mi accompagna e mi fa star bene... affido, con una sorta di piccola preghiera, alla mia adorata nonna e ai miei angeli, le mie paure e so che tutto sarà un successo!!
Funziona, mi fa aprire cuore e mente e tutto magicamente si fa pieno di opportunità.
...Viaggio sola ma mi accorgo che se hai un buon sorriso (... e sei donna :) ) ti si aprono un sacco di porte e proprio sola non sei più...
Il viaggio come tale, è il momento più importante dell'avventura.
All' andata un sacco di interrogativi: "che sarà?", " ho portato tutto?", "chissà..."
Una volta arrivati, si inizia a viverla, hai già in corpo un sacco di endorfine e già stai bene, pianifichi a grandi linee quella che sarà la giornata, i vari giri esplorativi, si inizia ad aguzzare la vista e a godere del bello...vivi e non ci pensi, tutto è alla grande e diversamente non potrebbe essere.
Al ritorno un sacco di sospiri, si tirano le somme e a volte si asciugano anche le lacrime. E' sempre stato per me faticoso il ritorno, ma forse è il viaggio più importante: il ritorno alla quotidianità.
Non tornerai mai uguale da un viaggio, sempre con qualcosa in più, sopratutto nella valigia :), sempre con buoni propositi, kg in più, nuovi amici e nuove conoscenze; non ce n'è, viaggiare ti apre la mente, ti fa comprendere nuovi punti di vista, ti ricarica per poter ripartire con la normalità...


... e ti continui a innamorare della vita.

La Giuly Smile 

Nessun commento:

Posta un commento